CHI SIAMO

Associazione Gaetano Filangieri

San Potito Sannitico

2.jpg

L’Associazione Gaetano Filangieri nasce per volere di Antonio, Elisabeth , Yvonne e Christiane Filangieri De Candida Gonzaga  residenti nel palazzo omonimo sito in San Potito Sannitico in provincia di Caserta. L’Associazione s’ispira al famoso giurista e filosofo illuminista napoletano Gaetano Filangieri che scrisse l’opera “la Scienza della Legislazione” nel 1780. Egli porta alla luce le ingiustizie sociali che affliggevano la Napoli borbonica e le altre capitali pervase dal lusso sfrenato dei privilegi feudali dell’aristocrazia e del clero a discapito della plebe che viveva nell’ignoranza e nella povertà assoluta. In tale contesto egli fu un grande riformatore anticipando i 3 motti della rivoluzione francese: “Uguaglianza, fratellanza, libertà”. Infatti l’opera tratta le principali proposte di riforme nel campo politico – economico (abolizione dei privilegi feudali) penale, dei rapporti tra religione e legislazione ed in particolar modo nel campo educativo. Nel 1780 Filangieri, scriveva ne “ La Scienza della legislazione”: “Nel progresso concreto del sistema di leggi sta il progredire della Felicità nazionale, il cui conseguimento è il fine vero del governo che lo consegue non genericamente ma come somma di felicità dei singoli individui”.( L’Associazione quindi s’ispira nei suoi obiettivi al concetto del “diritto alla felicità di ciascun individuo)”. Infatti , nella “Scienza della legislazione” fu mutuato il concetto di “ricerca della felicità” che ritroviamo nella dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti D’America. In quel documento straordinario, nel 1776, si affermò un diritto inalienabile all’uomo mai affermato prima: il diritto alla felicità. Quelle parole “pursuit of happiness” che tanto significato hanno avuto per lo stesso destino dell’America, sono nate grazie alle intuizioni di Gaetano Filangieri ed al suo rapporto con uno dei padri degli Stati Uniti d’America, Benjamin Franklin che volle inserirlo nell’atto fondativo della Nazione sostituendolo al “diritto alla proprietà” di Locke. Quindi se in America la felicità è un vero e proprio diritto, cosa che non avviene nella nostra costituzione, si deve a un napoletano, che ha trovato terreno fertile per le sue teorie in territori lontani. L’Associazione quindi s’ispira nei suoi obiettivi al concetto del “diritto alla felicità di ciascun individuo”

 
unnamed (1).jpg

Supporta l'Associazione

VOGLIO ISCRIVERMI